Firufilandia, la città delle storie

Illustrazione di Ivano A. Antonazzo

Questo blog è dedicato alla letteratura per l’infanzia, per ragazzi e per giovani adulti: uno  spazio nuovo aperto al contributo di ogni visitatore, per ritrovare quel tempo sospeso che soltanto un libro sa regalare.

Firufilandia la immaginiamo come una città abitata da storie: storie che danzano nel cielo, storie che attraversano ponti, storie  di saltimbanchi e storie zoppe, con il sorriso o con una lacrima.
Le pagine per  bambini e adolescenti, infatti, parlano di mondi fantastici, ma anche di temi difficili, se non addirittura scomodi, con cui i piccoli lettori devono necessariamente entrare in contatto, per diventare grandi.

I libri, scritti con sensibilità e con alta qualità letteraria, aiutano a crescere, in quel gioco di specchi e di rimandi, di identificazioni e di catarsi, tra archetipi, paure e sogni, fuori da ogni epoca.

Fìrufì è un filo d’erba speciale,  non è piantato nel terreno, ma sa volare nel cielo. Ha occhi sorridenti, orecchie buone e grandi, un tascapane che in realtà è un tascalibro, per trasportare storie di qua e di là.

È il sindaco di questa città con le case costruite sulle nuvole, foglio su foglio, e non mattone su mattone. Non esistono strade che collegano le varie costruzioni sulle nuvole – fatte di carte e di parole – , ma un Filobus – il Firufilobus  -che assicura infinite fermate al giorno, per portare, libri, citazioni, frammenti di storie, video, poesie e filastrocche, da una nuvola all’altra: dalla nuvola-biblioteca alla nuvola-scuola, dalla nuvola-fabbrica alla nuvola-mensa, dalla nuvola-d’autore alla nuvola-apprendista.

Il Firufilobus  è guidato da Firufì, primo cittadino, primo lettore e primo e unico autista di Filobus nella storia delle storie. Tutti lo chiamano: «Firuìììììììììììì vieni qui, ho qualcosa da raccontarti, Firufìììììììì corri là c’è qualcosa da salvare, un libro che vogliono buttare, una fiaba nuova che sta per germogliare, una verità che potrebbe precipitare».

Il sindaco Firufì e tutti gli abitati di Firufilandia hanno un solo obiettivo: nessun bambino, nessun ragazzo deve restare senza un racconto, senza un personaggio in cui riconoscersi, senza il conforto della narrazione. Che a volte diverte, a volte salva.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...